english langue
lingua italiana

Brevetti | Brevetti

Brevettare o no? Ecco i vari aspetti da tenere in conto

I vantaggi e i rischi che corrono le aziende brevettando le loro invenzioni

  La prima cosa che un’azienda, o un privato, deve valutare quando si decide di proteggere la propria invenzione attraverso un brevetto sono le spese da sostenere per tutte le procedure richieste. Il cliente deve quindi rivolgersi presso un ufficio specializzato nei diritti di Proprietà Intellettuale e richiedere un preventivo con il costo totale per registrare e mantenere un brevetto. Successivamente il cliente crea un business plan col quale si valutano tutti i rischi, i vantaggi, i costi fissi e variabili ed infine vengono analizzati i diversi scenari di sviluppo.   Dal punto di vista economico un’azienda medio-piccola che possiede brevetti importanti ha un vantaggio...

Brevetti e Marchi: i dati del 2014

Brevetti in crescita, Marchi stabili

l'ufficio italiano Brevetti e Marchi a reso pubblici i primi dati sui depositi del 2014. I dati come ci si aspettava non sonodel tutto positivi in quanto il periodo di crisi si fa sentire anche in questo campo e ci sono dei dati negativi. Brevetti +2,8% Marchi -0,6% Design -18,3% Modelli d'utilità -6,5% Maggiori informazioni le troverete sul sito http://www.uibm.gov.it/attachments/Depositi_Titoli_2014.pdf  

Fondi all’innovazione dalla Regione Lombardia

La Regione Lombardia finanzia ricerca e innovazione nelle PMI, compreso il costo dei brevetti

Le micro, piccole e medie imprese lombarde possono ottenere fino a un milione di euro di finanziamento agevolato per i progetti di ricerca, sviluppo e innovazione: fra le spese ammissibili anche il deposito di brevetti. Un nuovo bando della Regione Lombardia a valere sulla “Linea R&S per MPMI” (FRIM FESR 2020) finanzia con 30 milioni di euro i progetti di ricerca, sviluppo e innovazione delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) lombarde anche di nuova costituzione. Da notare che il bando ammette a finanziamento i costi per il deposito e la convalida di brevetti.   Possono presentare domanda le MPMI: •    aventi Sede operativa attiva in Lombardia o che intendano costituire una Sede operativa attiva in Lombardia; •    operanti, con codice ISTAT ATECO primario...

Aiuti alle MPMI in Toscana

La Regione Toscana concede contributi a fondo perduto per le micro, piccole e medie imprese (MPMI) che fanno innovazione

Il contributo a fondo perduto previsto dal bando “Aiuti alle MPMI” copre i costi di un’ampia gamma di servizi e consulenze connessi all’ottenimento e alla gestione di brevetti, marchi, modelli e nuove varietà vegetali. Con il bando “Aiuti alle MPMI per l’acquisizione di servizi innovativi”, la Regione Toscana concede contributi a fondo perduto per le micro, piccole e medie imprese (MPMI) che intendano realizzare nel territorio regionale progetti di innovazione legati alle seguenti aree tecnologiche: ICT e fotonica Fabbrica intelligente (tecnologie dell’automazione, della meccatronica e della robotica) Chimica e nanotecnologia.   Possono presentare domanda le MPMI in forma singola o associata, le reti di imprese e i consorzi che abbiano sede o unità locale destinataria...

La crisi e le idee: brevetti e marchi in calo?

Brevetti e marchi e al crisi

Si stanno facendo i primi conti di fine anno per quanto riguarda depositi di brevetti e marchi e per alcune camere di commercio sembra che la crisi abbia portato ad un calo delle idee. Sicuramente un modo per leggere la crisi economico-finanziaria è quello di valutare il flusso delle nuove idee che spingono le imprese piccole e grandi, ossia valutare la capacità di produrre innovazione delle aziende.  Vedremo con i dati definitivi se c'è stato il calo nei depositi di brevetti e marchi nel 2014 e valuteremo quindi se questo è un indicatore della crisi, o se semplicemente le aziende italiane hanno trovato vie...

Brevetti in Marocco

Convalida del brevetto europeo in Marocco

Dal 1 marzo 2015 per i brevetti europei rilasciati sarà possibile chiedere che la protezione sia estesa anche in Marocco. I brevetti europei convalidati in Marocco avranno gli stessi effetti legali in Marocco di un brevetto nazionale, e saranno soggetti alla legge nazionale sui brevetti. Maggiori informazioni sono presenti nel sito dell’Ufficio Brevetti Europeo: “On 17 December 2010, the President of the European Patent Office and Morocco's Minister for Industry signed an agreement on the validation of European patents (validation agreement). On 21 November 2014, the King of Morocco promulgated an amendment to the country's industrial property legislation creating the basis for the validation system. In the meantime, a decree, an order and a notice from the Director-General of the Moroccan Industrial and Commercial Property Office (OMPIC) have clarified the details of the validation system”. (dal sito www.epo.org)

Corte di Giustizia Europea, brevetti e biotecnologie

Brevettabilità di una tecnologia di produzione di cellule staminali

Con sentenza del 18/ dicembre 2014 (C-364/13) la Corte di Giustizia Europea ha stabilito che: “Un organismo non in grado di svilupparsi in essere umano non costituisce un embrione umano ai sensi della direttiva sulla protezione giuridica delle invenzioni biotecnologiche. Pertanto, le utilizzazioni di un organismo del genere a fini industriali o commerciali possono essere, in linea di principio, oggetto di brevetto.” Di conseguenza, “spetta al giudice del rinvio verificare se, alla luce delle conoscenze sufficientemente comprovate e convalidate dalla scienza medica internazionale partenoti umani, come quelli oggetto delle domande di registrazione nel procedimento principale,...

Proprietà industriale e business plan

La proprietà intellettuale e la redazione di un business plan: nuova pubblicazione della Commissione UE

L’European IPR Helpdesk, il servizio di informazione sulla proprietà intellettuale della Commissione Europea, ha pubblicato un scheda informativa che illustra l'importanza della proprietà intellettuale durante la redazione di un business plan aziendale.   Come è noto lo scopo del business plan è quello di descrivere non solo la logica di business che sta dietro a un piano di commercializzazione, ma anche i beni e le risorse che contribuiranno al suo successo.   In questo senso, suggerisce dunque la scheda, la definizione di una solida politica di protezione, attuata mediante gli strumenti della proprietà intellettuale,...

I principali uffici Brevetti

L’importanza dei brevetti è confermata

I paesi in cui si deposita il maggior numero di brevetti sono in base a un sondaggio del 2013 sono: l'ufficio europeo dei brevetti (EPO), l'ufficio brevetti giapponese (JPO), l'ufficio coreano della proprietà intellettuale (KIPO), quello cinese (SIPO) e l'ufficio marchi e...

Relazione annuale sui brevetti depositati nel 2013 nei principali uffici

L’importanza dei brevetti è confermata

E’ stata pubblicata la relazione sui depositi effettuati negli Uffici IP5. L’IP5 comprende i 5 Uffici nazionali in cui si deposita il maggior numero di domande e sono: l'ufficio europeo dei brevetti (EPO), l'ufficio brevetti giapponese (JPO), l'ufficio coreano della proprietà intellettuale (KIPO), quello cinese (SIPO) e l'ufficio marchi e brevetti degli Stati Uniti (USPTO). Da tale relazione si denota l’aumento dei titoli depositati in questi paesi a seguito di un calo nel 2009. Nel 2013 sono state depositate 2,2 milioni di domande, pari ad un aumento del 10,6% rispetto al 2012. Questi dati confermano l’interesse sempre crescente nel mondo della proprietà intellettuale da parte degli stati e delle società.

Brevetto Unitario e Tribunale Unificato

Opinione dell’Avvocato generale UE contro i ricorsi della Spagna

L’avvocato generale Yves Bot ha proposto di respingere i ricorsi presentati dinanzi alla Corte di Giustizia dell’Unione europea dalla Spagna in relazione alla tutela tramite brevetti unitari e tribunale unificato. In relazione al regolamento n. 1257/2012 per la cooperazione rafforzata per istituzione della tutela brevettuale unitaria, l’avvocato generale sostiene che l’unico scopo del regolamento è delimitare...

Patent Box Italiano

Tassazione agevolata per marchi e brevetti

Patent box brevetti inserito nella Legge di Stabilità 2015 cos'è e come funziona? Iniziamo col dire che il patent box è un pacchetto di aiuti per le aziende già molto diffuso in Europa e introdotto in Gran Bretagna il 1° aprile del 2013. Ora, grazie al governo Renzi, questo regime fiscale arriverà anche in Italia e consentirà alle aziende di avere una riduzione dell'imposta sugli utili dei diritti derivanti dalla proprietà intellettuale qualificanti. Patent box brevetti legge di Stabilità 2015: Il patent box...

L’Ufficio Brevetti Europeo per le aziende

Un innovativo servizio dell’Ufficio Brevetti Europeo particolarmente utile per le aziende

L’Ufficio Brevetti Europeo mette a disposizione per le aziende un servizio di aggiornamento sui brevetti che vengono pubblicati. Tale servizio consente di studiare i trend relativi alle tecnologie, di valutare i campi di sviluppo delle stesse, di valutare nuove opportunità di business, nonché di monitorare l’attività dei competitor. Per maggiori informazioni si può visitare il sito: http://www.epo.org/searching/essentials/business.html    

Nuovo sistema on line di deposito brevetti presso epo

Case Management System e Web-form filing

L’European Patent Office (EPO) al fine di snellire e velocizzare le procedure per il deposito delle domande dei brevetti europei, PCT e dei seguiti ha lanciato, a partire dal 1° ottobre una nuova interfaccia web che consente di incrementare la comunicazione elettronica tra il richiedente e l'EPO. Il nuovo sistema introduce due nuovi servizi: New online filing (CMS), che richiede una smart card EPO e Web-form filing, che non richiede l'uso di smart card basandosi su una connessione HTTP sicura.

Ufficio Brevetti europeo: procedura accelerata per il riconoscimento reciproco dei brevetti

Cooperazione tra EPO e Uffici Brevetti in Canada, Messico e Singapore

L’EPO procede con il suo programma Patent Prosecution Highway (PPH) con gli uffici dei brevetti del Canada, Messico e Singapore. A gennaio 2015 partirà il programma per la procedura accelerata di riconoscimento reciproco dei brevetti. Grazie al programma Patent Prosecution Highway (PPH) le procedure di esame dei brevetti provenienti da USA, EPO, Giappone, Korea  e Cina possono usufruire di una “corsia preferenziale” che permette di ottenere brevetti in maniera più veloce, più efficiente ed economica per il richiedente, grazie ad una condivisone tra i vari uffici brevetti delle informazioni raccolte...

Caschetto da bici invisibile

Nomination migliori inventori 2014

L’invenzione del caschetto invisibile da bicicletta è sicuramente l’invenzione che meglio integra stile e sicurezza sulla strada. Tale invenzione ha permesso ai due designer svedesi Anna Haupt e Terese Alstin di ottenere una nomination per lo European Inventor Award 2014. http://www.youtube.com/watch?v=PeBUWaxLWwg

IFIB2014 Partnering Event

Forum a Genova sulla Biotecnologia Industriale e Bioeconomia

Lo Studio Karaghiosoff e Frizzi parteciperà all’evento organizzato da Unioncamere Liguria e Camera di Commercio di Genova, in collaborazione con Assobiotec, Innovhub SSI e Italian Biocatalysis Center in calendario i prossimi 25/26 settembre 2014 presso il Palazzo della Borsa di Genova.. IFIB ha l’obiettivo di fare incontrare ricercatori, imprese, consulenti impegnati nei diversi settori che interessano la bioeconomia e le biotecnologie industriali: dal biomedicale...

Contributi della Regione Lombardia

Contributi della Regione Lombardia per deposito di brevetti, modelli e design all'estero

La Regione Lombardia, con il Bando Ricerca e innovazione 2014 intende finanziare, tramite l’utilizzo di contributi/voucher a fondo perduto, misure di innovazione tecnologica, tra cui i costi sostenuti per l'ottenimento di brevetti, modelli di utilità e design europei e internazionali, ma anche le spese per i depositi italiani finalizzati all'estensione all’estero. Le domande potranno essere presentate a partire dal 16 ottobre...

Statistiche depositi PCT

Sono state pubblicate le statistiche relative ai depositi PCT del 2013

Sul sito WIPO all’indirizzo http://www.wipo.int/ipstats/en/statistics/pct/ sono disponibili le statistiche relative ai depositi di domande internazionali PCT del 2013. A parte i dati interessanti per gli esperti del settore, sarà possibile consultare le statistiche per individuare il paese e le aziende più attive nel campo della brevettazione a livello internazionale. Inoltre da segnalare a pag. 16 del documento scaricabile in formato pdf, una sezione riguardante il deposito di domande internazionali relative a Università ed enti pubblici.  http://www.wipo.int/ipstats/en/statistics/pct/

Bando brevetti e marchi ancora aperti

Opportunità per le PMI: brevetti e marchi

Il Ministero dello sviluppo economico tiene ancora aperti il bando brevetti + e marchi +, dando alle PMI ulteriori opportunità per finanziare la ricerca e lo sviluppo.  

Corte di Giustizia Europea: brevettabilità di una tecnologia di produzione di cellule staminali

Presentazione delle conclusioni dell’Avvocato Generale

Il 14 luglio 2014 presso la Corte di Giustizia dell’Unione Europea l’Avvocato Generale Villalon ha presentato le sue conclusioni nella causa fra la International Stem Cell Corporation (ISC) ed il Comptroller General of Patent britannico riguardante la brevettabilità di un metodo per la produzione di cellule staminali umane pluripotenti da ovuli non fecondati attraverso partenogenesi. Ai sensi della direttiva comunitaria sulla protezione delle invenzioni biotecnologiche il corpo umano, nei vari stadi...

Deposito telematico pratiche brevetti

Parte il sistema informatico per il deposito di pratiche telematiche relative ai brevetti direttamente all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi.

Diventa operativa dal 21 luglio 2014 la prima parte del sistema informatico per il deposito di pratiche telematiche relative ai brevetti direttamente all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, che permetterà di depositare le pratiche senza passare dalle Camere di Commercio. Il via libera al servizio è contenuto nel decreto dell’11 luglio 2014, in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Inizialmente sarà possibile effettuare unicamente il deposito per via...

Brevetto europeo in Tunisia, Marocco, Moldavia

Convalida in paesi extra europei

Il presidente dell’Ufficio brevetti europeo Benot Battistelli e il ministro dell'Industria tunisino Kamel Ben Naceur hanno firmato un accordo per l'estensione della protezione dei brevetti europei in Tunisia: i titolari di domande di brevetto europee rilasciate potranno convalidare i propri brevetti In Tunisia. Il brevetto...

Brevetto unitario

Corte unitaria per i brevetti

Il Comitato Preparatorio del Tribunale Unificato dei Brevetti ha pubblicato una brochure dal titolo “An Enhanced European Patent System”, che fornisce informazioni sull'istituzione del Tribunale Unificato dei Brevetti (UPC), sulla Tutela Brevettuale Unitaria e sulla coesistenza con i brevetti nazionali ed il brevetto europeo. La brochure è scaricabile dal sito:...

Rivalutazione dei beni d'impresa - brevetti e marchi

Brevetti marchi e il loro valore

Il disegno di legge di stabilità 2014, ripropone la possibilità di rivalutare i beni dell'impresa, compresi brevetti e marchi. La rivalutazione potrà essere effettuata mediante il pagamento sui maggiori valori di un’imposta sostitutiva dell'Irpef/Ires e dell'Irap. L’Agenzia delle Entrate, con la Circolare n. 13/E del 04 giugno 2014, ha fornito importanti chiarimenti sulla disciplina di rivalutazione dei beni d’impresa.

Pubblicazione rapporti di ricerca domande internazionali PCT

Dal 1 Luglio 2014 sono finalmente resi pubblici i referti di ricerca per tutte le domande di brevetto PCT.

Per tutte le domande di brevetto internazionali PCT depositate dopo il 1 Luglio 2014 si potranno scaricare i rapporti di ricerca emessi dall’ISA (ente che effettua la ricerca) a partire dalla data di pubblicazione della domanda di brevetto. I rapporti di ricerca, nonché l’opinione scritta dell’esaminatore saranno disponibili al sito WIPO, sezione PATENTSCOPE (http://patentscope.wipo.int/search/en/search.jsf). Basterà inserire all’interno del campo di ricerca una qualsivoglia parola o numero contenuto nella copertina della domanda di brevetto pubblicata (numero domanda, numero pubblicazione, titolare, inventore, ecc.).

Germania campione del mondo

Germania campione del mondo, in Brasile con tecnologia Danese

Germania campione del mondo, ma il gol della vittoria è stato tracciato da un dispositivo di tecnologia danese. Si tratta infatti di una tecnologia la cui tutela è dovuta da una domanda di brevetto rivendicante un dispositivo atto a valutare se la palla supera la linea di porta, depositata anche attraverso il deposito di una domanda internazionale di brevetto PCT. Il testo PCT che descrive in dettaglio la...

Diritti di proprietà intellettuale

Un recente studio sui diritti di proprietà intellettuale per i cittadini dell'Unione Europea

La grande importanza dell’innovazione nell’ambito delle attività delle aziende ed il fatto che nella azioni di branding vengano messe in risalto queste attività come caratteristica essenziale della personalità dell’azienda, ha dato molto risalto ai diritti di proprietà intellettuale. Questi oltre ad essere strumenti di protezione dell’esclusiva facoltà di sfruttamento economico dell’innovazione, testimoniano fortemente l’attitudine dell’azienda a produrre beni di qualità e valore sempre maggiore e a fungere da promotrice del benessere di tutta la comunità.     Un recente studio del Ufficio per l’Armonizzazione del Mercato Interno (UAMI che gestisce i marchi ed il design comunitario ha messo in luce la percezione, la consapevolezza ed il comportamento dei cittadini dell’Unione Europea in relazione ai diritti di proprietà intellettuale.    ...

Gestione brevetti per ridurre i costi

La gestione dei brevetti consente di contenere i costi di mantenimento

Una delle attività principali dei titolari di portafogli di titoli di P.I. è costituita dalla costante verifica della opportunità di mantenere in vita od abbandonare titoli di protezione per i quali si devono pagare costi di mantenimento. Il mantenimento in vita dei brevetti è particolarmente oneroso, specialmente per il fatto che lo stesso oggetto è protetto da un brevetto dedicato per ciascuna nazione e che ognuno di questi titoli necessita del pagamento annuale di mantenimento in vita. Una attenta gestione brevetti è importante non solo per ridurre i costi e quindi avere a disposizione fondi per richiedere nuovi...

Brevetto USA

Le caratteristiche del brevetto USA: costi, consulenti e cause

Per molte tecnologie avanzate e le relative applicazioni industriali il mercato degli Stati Uniti resta ancora oggi un mercato di riferimento, sia per ragioni economiche, sia per ragioni di mentalità. Gli Stati Uniti d'America sono da sempre sinonimo di sviluppo tecnologico ed innovazione e la ricettività del mercato di prodotti high tech anche relativamente costosi è elevatissima. Per questo motivo una copertura brevettuale negli USA ha un notevole valore per chi opera in questo territorio sia direttamente che per mezzo di distributori o partner locali. Nonostante gli elevati costi dei consulenti, il brevetto USA resta pur sempre estremamente economico rispetto al brevetto europeo od a quello asiatico. Diversamente dal brevetto europeo, quello USA è unico per tutto il territorio federale e si ottiene con un unica procedura presso un Ufficio Brevetti centralizzato. I costi di costituzione del diritto sono paragonabili a quelli del brevetto europeo, mentre...

Deposito brevetti: le ultimissime novità

Il deposito brevetti dopo il varo del brevetto unitario per l'UE.

Recentemente è stato varato il cosiddetto brevetto unitario per l'UE. Tutte le nazioni UE hanno aderito ad eccezione dell'Italia e della Spagna. In buona sostanza, il brevetto unitario sarà un brevetto europeo che diversamente da scindersi in un titolo di proprietà separato ed indipendente per ciascuna delle nazioni contraenti che il titolare designa, avrà un effetto unificato per le nazioni UE ad accessione appunto dell'Italia e della Spagna. Ciò significa che l'effetto sarà identico per ciascun paese UE e che però in caso di nullità, questa avrà effetto unitariamente per tutti i paesi UE. Per quanto concerne i titolari italiani, anche loro potranno richiedere un brevetto unitario senza alcuna differenza rispetto ai cittadini degli stati aderenti il brevetto unitario. Per quanto riguarda quindi il deposito brevetti, nulla cambierà rispetto alle modalità attuali....

Cessione brevetti, basta un contratto firmato

Come avviene la cessione dei brevetti? Attenzione alle regole nazionali

La titolarità di brevetti d'invenzione o per modello d'utilità può essere trasferita parzialmente o totalmente ad uno o più nuovi soggetti fisici o giuridici. La cessione brevetti ha luogo mediante un atto di cessione od un contratto e segue la normativa nazionale od internazionale a seconda del tipo di brevetto. In Italia la cessione di brevetto richiede la forma notarile. Il trasferimento di una domanda di brevetto europeo che è...

La protezione delle invenzioni dopo un'attenta analisi

Protezione delle invenzioni: tutelare quell'appeal aggiuntivo

Cresce sempre di più la consapevolezza che l'innovazione è uno strumento competitivo dell'azienda a qualsiasi campo essa si riferisca: tecnico, gestionale, commerciale, amministrativo. Lo spostamento delle pure attività produttive di massa nei paesi asiatici od a basso costo di manodopera ed il fatto che le attività ad alto valore tecnologico aggiunto siano le sole ad essere trattenute nel mondo occidentale, sta trasformando le aziende europee in "knowledge based companies" rispetto a "product based companies". Pertanto i portafogli innovazione e la protezione invenzioni sono di primaria...

La valutazione brevetti presso lo studio Karaghiosoff&Frizzi

Un team di professionisti ed esperti per la valutazione dei brevetti

L'innovazione ed il know how in tutti gli ambiti della attività aziendale, cioè tecnologici, commerciali, amministrativi e di marketing costituisce una grande fetta del valore dell'azienda. Il passo principale per una valutazione del valore di questa innovazione è la codifica mediante strumenti di protezione della proprietà intellettuale che vanno da quelli titolati (brevetti, marchi, modelli, nuove varietà vegetali, topologie di semiconduttori) a quelli non titolati (copyright, marchio di fatto, design di fatto, concorrenza sleale, trade secret, protezione di database). Una volta codificata l'innovazione può essere sottoposta ad una valutazione del suo valore In particolare la valutazione brevetti richiede un approccio...

Protezione brevetti: il brevetto d'invenzione ed il modello d'utilità

La protezione brevetti varia a seconda delle normative nazionali dei vari paesi

La protezione delle innovazioni tecnologiche si attiva grazie ai brevetti. In Italia ed in diversi paesi esistono due tipologie di protezione brevetti: il brevetto d'invenzione ed il modello d'utilità. La differenza fra le due diverse protezione brevetti è stabilita nella normativa nazionale dei vari paesi ed...

Deposito Brevetti, le attività essenziali

Lo studio Karaghiosoff & Frizzi si occupa di deposito brevetti.

L'attività di deposito brevetti è la parte essenziale di costituzione del diritto di brevetto. Questa attività però richiede una pianificazione a monte che è molto importante per il buon esito e soprattutto per l'ottimizzazione dei costi in rapporto all'efficacia. Il primo passo è quello di analizzare l'idea innovativa sotto vari punti di vista ed identificare tutti i principi innovativi messi in campo, ordinandoli con riferimento ai problemi tecnici che essi risolvono. Questa attività di analisi dell'innovazione è importante per la definizione di una corretta strategia di protezione e può portare a riconoscere che per l'efficace protezione è necessario il deposito di più brevetti e non di un solo brevetto. Il passo successivo del processo prevede la definizione dell'estensione territoriale della protezione e quindi della strategia di estensione territoriale che anche in questo caso può portare al deposito brevetti nazionali, europei,...

L'attività di tutela dei brevetti

Le linee di azione per la tutela dei propri brevetti, diritti intellettuali

L'attività principale di tutela dei propri diritti intellettuali è quella di depositare domande di brevetto ed ottenere i relativi brevetti e quindi successivamente di monitorare con attenzione il mercato per rilevare tempestivamente la presenza di prodotti od altre attività che costituiscono una violazione dei diritti immateriali. Oltre a questa attività, una tutela brevetti si ottiene anche grazie al costante presidio del mercato con la propria tecnologia in modo da mettere sempre in evidenza l'esistenza di brevetti od altri tipi di esclusive. Ciò costituisce un messaggio chiaro ai concorrenti relativamente al fatto che si considera la tecnologia esclusiva un proprio vantaggio competitivo al quale...

Valutazione brevetti, asset immateriali dell'azienda

Diversi metodi per la valutazione dei brevetti. Ecco anche i finanziamenti legati all'operazione.

I brevetti costituiscono asset immateriali delle aziende che li detengono. E' pertanto importante poter disporre di strumenti di valutazione brevetti al fine di stabilirne il valore economico. Queste stime servono per determinare le royalty da richiedere in una licenza, per valutare l'incidenza dell'innovazione tecnologica sul valore dell'azienda ed eventualmente per il conferimento di tale valore nel capitale aziendale ed anche per utilizzare l'innovazione tecnologica come garanzia per l'acquisizione di finanziamenti. Esistono diversi metodi di valutazione brevetti che danno risultati molto diversi in termini di cifre. Essi sono costruiti per rispondere alle diverse esigenze dei suindicati casi. Una valutazione...

Valutazione brevetti, beni intangibili

La valutazione dei brevetti effettuata da organi competenti nel settore. Esiste anche un corso online sulla valutazione dei breveti, predisposto dall'Ufficio Italiano Marchi e Brevetti

Gli asset immateriali sono fondamentali per la competitività delle imprese e pertanto sono necessarie attività di individuazione, misurazione e valorizzazione di questi beni intangibili. Fra questi beni intangibili sono previsti i titoli di proprietà intellettuale e fra questi anche i brevetti. La valutazione brevetti è appunto l'attività di individuazione, misurazione e valorizzazione delle innovazioni sulle quali l'azienda può fondare la sua eccellenza competitiva tecnologica e commerciale. Esistono diversi metodi di valutazione brevetti che generalmente danno risultati fra loro incompatibili, ma che possono venire utilizzati per stabilire un campo...

Unitary Patent: approvato il pacchetto sul brevetto unitario

Il parlamento europeo approva il pacchetto sul brevetto unitario; Un passo che va oltre il brevetto comunitario

cambiamenti radicali, il brevetto unitario europeo avrà conseguenze sociali, politiche ed economiche rilevanti. L'attuale normativa prevede la coesistenza alternativa dell'attuale sistema europeo con la nuova normativa unitaria. Per l'Italia e la Spagna, il fatto di non avere aderito avrà la conseguenza che un brevetto europeo unitario non potrà avere effetti in questi paesi, per cui l'efficacia legale in Italia e Spagna del brevetto europeo seguirà le stesse regole che sono vigenti attualmente. I titolari italiani e spagnoli potranno anch'essi richiedere per i paesi aderenti un brevetto unitario. La designazione alternativa nazione per nazione od unitaria sarà una scelta libera del titolare di un...

La protezione dei brevetti: i vari iter operativi

Protezione brevetti: la via stragiudiziale e le azioni tradizionali dirette. Affidatevi allo Studio Karaghiosoff&Frizzi per la consulenza e la protezione dei brevetti

Il brevetto è l'atto amministrativo di concessione del diritto esclusivo di trarre profitto da una idea innovativa come un prodotto, un metodo, un design. In buona sostanza si tratta di un biglietto di accesso all'utilizzo delle procedure giudiziarie per far valere i propri diritti di esclusiva che sono stati acquisiti con la concessione del titolo brevettuale. La tutela dell'innovazione richiede quindi procedure di protezione brevetti che completano l'azione. Una protezione brevetti agisce già implicitamente grazie...

Le fasi della tutela del brevetto

Quali sono le azioni necessarie per ricevere la tutela del brevetto? Ecco a voi tutte le aree e i settori nei quali occorre operare per ottenere la tutela del proprio brevetto

L'ottenimento di un brevetto è solo il primo passo fra quelli necessari a proteggere la propria tecnologia. Una seconda fase importante è quella successiva al rilascio che passa per il monitoraggio del mercato alla scoperta di eventuali contraffattori per finire con le relative e conseguenti azioni legali. Queste non solo sono volte a colpire il contraffattore e proteggere la tecnologia da copiature, ma rafforzano il titolo brevettuale stesso divenendo una forma di tutela di questo bene/diritto. La tutela del brevetto e dell' innovazione da questo protetta richiede la fase di identificazione delle potenziali violazioni e dei presunti attori di queste azioni. A tale scopo si opera sia sul campo, grazie ai propri commerciali, oppure visitando le fiere di settore od addirittura ricorrendo all'aiuto di...

Domanda di brevetto: i moduli da compilare

Cosa deve contenere una domanda di brevetto? Ecco un esempio di modulo fornito dall'Ufficio Italia Brevetti e Marchi per la domanda di brevetto

Il rilascio di un brevetto viene richiesto con una domanda di brevetto. L'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi fornisce un modulo prestampato (anche in formato digitale) da compilare. Ciò garantisce che siano presenti tutti i dati richiesti dalla legge e cioè: i dati anagrafici dei uno o più titolari (nome,...

L'atto di deposito brevetti

Scoprite in cosa consiste il deposito brevetti. Proteggete le vostre idee col deposito brevetti

L'atto del deposito brevetti è l'atto conclusivo di una operazione intellettuale che coinvolge conoscenze tecniche e legali. Il brevetto di per se stesso è l'attestazione dell'esistenza di un diritto di esclusiva in capo ad uno o più titolari. Tale attestazione si ottiene con una procedura definita in gergo per brevità deposito brevetti ma che ha una sua struttura e complessità ed...

Ottimizzare i costi con la gestione dei brevetti

Affidatevi al sistema di gestione dei brevetti. Difendete le vostre innovazioni con la gestione dei brevetti

Un portafoglio brevettuale che abbia un certo numero di brevetti e di altri titoli di proprietà intellettuale è la base per una difesa della propria innovazione, non solo tecnologica, ma anche commerciale e di immagine. Una attenta gestione di brevetti di questo portafoglio consente di ottimizzare i costi e massimizzare gli effetti di protezione e quindi i vantaggi competitivi dell'azienda. Nell'ambito della gestione di brevetti rientra anche la decisione di estendere la protezione in diverse nazioni e la scelta di queste nazioni. I criteri di gestione dei brevetti con riferimento alla estensione territoriale sono diversi e devono tenere conto dei costi di brevettazione, di quelli di mantenimento, dell'affidabilità...

I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità e non rappresentano "prodotto editoriale".