english langue
lingua italiana

accordo-coesistenza | Accordo coesistenza

Accordi di coesistenza e confondibilità tra marchi

Un accordo di coesistenza potrebbe non essere sufficente a evitare la confondibilità tra marchi

La commisisone ricorsi con decisione nr. 10 del 4 febbraio 2015 ha colto l'occasione per fare alcune considerazioni in merito agli accordi di cesistenza tra marchi. La commissione ricorsi così si esprime: "L'accertamento sulla sussistenza del rischio di confusione o di associazione dev'essere condotto su un piano dieffettività e, in questa prospettiva, non può dirsi a priori che l'esistenza e il contenuto di accordi di coesistenza e didifferenziazione siano irrilevanti, ai fini della valutazione di tale rischio in concreto. In proposito, un precedente, non recentissimo, della Suprema Corte (Cass. civ., sez. I, 19.4.1991, n. 4225, Calzificio Ciocca) ha affermato che gli accordi di coesistenza fra marchi sono in linea di massima validi, perché attengono a diritti disponibili. Più puntualmente, deve ritenersi che l'accordo di coesistenza - contrariamente a quanto, forse, è stato...

I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità e non rappresentano "prodotto editoriale".